Maranello - Guida Turistica

CERCA ALBERGHI
Alberghi Maranello
Check-in
Check-out
Altra destinazione


.: DA VEDERE
Auditorium Enzo Ferrari
 Nel Gennaio 1999 è stato inaugurato a Maranello l'Auditorium Enzo Ferrari, una sala polivalente che ospita spettacoli teatrali, cinematografici, musicali, convegni, manifestazioni e grandi eventi legati anche alla Ferrari. Realizzato sulle ceneri dell'ex Cinema Eden (già Casa del Fascio e Casa del Popolo), l'Auditorium è il vero centro culturale del paese. Ha una capienza di 454 posti a sedere (324 in platea e 130 in galleria), dispone di due sale di proiezione anche indipendenti.
 Ci sono anche spazi attrezzati per la traduzione simultanea e la registrazione, necessari per l'uso dell'Auditorium per conferenze e manifestazioni internazionali, e la cabina di regia per rappresentazioni teatrali. All'esterno, la facciata riprende le tinte originarie dell'edificio, con un utilizzo di calce e terre naturali. L'ingresso dell'Auditorium è caratterizzato da una bella pavimentazione in ceramica. Sempre nell'entrata, sulle pareti adiacenti all'ingresso della sala di proiezioni, sono stati riprodotti la firma di Enzo Ferrari (in viola che era il colore dell'inchiostro usato da Enzo Ferrari), l'immagine del Cavallino rampante e lo stemma del Comune di Maranello.
GALLERIA DEL VENTO
 Un’opera di altissimo valore architettonico e tecnologico, la Galleria del Vento è stata progettata dall’architetto Renzo Piano e inaugurata nel 1997. In questa innovativa struttura si effettuano i tests sulle vetture del Cavallino (a dimensione reale), all’interno di un tunnel dotato di sistema di climatizzazione per il controllo della temperatura. Su di un tappeto mobile sincronizzato con la velocità del vento i modelli possono simulare ogni tipo di assetto e movimento. La Galleria si trova in Via Grizzaga, nei pressi dello stabilimento della Ferrari.
Galleria Ferrari
 A pochi passi dagli stabilimenti e dalla pista, in memoria del fondatore, il grande Enzo Ferrari (20/2/1898-14/8/1988) è stata costruita la Galleria Ferrari, nella quale è raccontata la leggenda della casa del cavallino rampante, attraverso l'esposizione di immagini, cimeli storici, auto d'epoca e monoposto di F1.
 La Galleria Ferrari è stata aperta il 18 Febbraio del 1990. Si tratta di una struttura moderna e funzionale dove sono esposte auto d'epoca e contemporanee della famosa casa automobilistica di Maranello. L'ampio piazzale adibito a parcheggio è subito vivacizzato da un arco rosso su cui si vedono le luci rosse e verdi che richiamano il fascino della griglia di partenza dei Gran Prix di Formula Uno. All'interno della Galleria, oltre alle automobili d'epoca, alle moderne vetture da strada e alle monoposto con il marchio del cavallino rampante, si possono ammirare i trofei vinti nelle gare automobilistiche disputate in tutto il mondo dalla squadra corse della Ferrari in un ambiente reso particolarmente suggestivo dall'esposizione di gigantografie dei grandi piloti che hanno indissolubilmente legato il proprio nome a quello della Ferrari. Di grande effetto per i ferraristi la fedele ricostruzione dello studio dell'ing. Ferrari con oggetti appartenuti al "Drake". Lo stile sobrio di quest'uomo si ritrova nell'ambiente quasi spartano dei luogo di lavoro dove poco spazio era stato dato ad oggetti che fossero men che discreti. È difficile comparare tale stile di vita con la incredibile bellezza delle automobili uscite dalla sua fabbrica. Come osserva il Presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo "Chi possiede una Ferrari possiede un'opera d'arte..." Nella Galleria Ferrari è stata allestita una saletta dove è possibile assistere alla proiezione di un filmato che ripercorre le tappe fondamentali della storia della casa automobilistica e del suo fondatore. Trovano posto infine, oltre a cimeli e ricordi di ogni genere, anche gli eccezionali motori costruiti in casa Ferrari. Si tratta davvero di poter vedere da vicino le soluzioni tecnologiche adottate dalla Ferrari sui vari modelli in una sequenza di valvole e luccichii di metalli e cromature che gli appassionati sanno essere la vera ragione della grandezza di queste automobili. Di grandissimo interesse sono poi i disegni tecnici relativi alla progettazione dei motori.
 La Galleria Ferrari è la meta obbligata di tutti fans della Ferrari che numerosi arrivano ogni anno a visitare i luoghi dei mito. Nel 2000 furono ben 158.000 i visitatori della Galleria Ferrari e nel 2001, anno del secondo consecutivo mondiale piloti vinto da Schumacher, i visitatori della Galleria sono stati 173.000 e cioè quasi undici volte gli abitanti di Maranello con una media di 474 visitatori al giorno! Nella Galleria Ferrari è possibile acquistare tutti gli oggetti ufficiali con il marchio Ferrari. L'ingresso è a pagamento.
Oraridi apertura:
Tutti i giorni 9.30-18.00
Ingresso:
Intero adulti: € 12,00
Ridotto speciale: € 9,00 (studenti, ultra 65enni, CRAL Aziendali )
Ridotto speciale: € 7,00 (scuole elementari e medie, portatori di handicap e relativi accompagnatori, militari e bambini da 6 a 10 anni)
Chiuso a Natale e il giorno di Capodanno
Monumento a Enzo Ferrari
 Nel 1998 Maranello ha festeggiato i cento anni della nascita di Enzo Ferrari. Uno dei “segni” che sono rimasti delle celebrazioni dedicate all'importante avvenimento, è il monumento dedicato al fondatore della casa del Cavallino rampante, donato alla città dal figlio Piero.
 La statua dedicata al ‘Drake’ è una colonna di bronzo di oltre cinque metri di altezza e sessanta quintali di peso che ritrae le tappe più significative della vita di Enzo Ferrari. È’ collocata di fianco al municipio, per testimoniare il legame che da sempre unisce la casa automobilistica con la città che la ospita. La statua è stata realizzata dallo scultore modenese Marino Quartieri e si trova in Piazza Libertà, di fianco al municipio. Il monumento a Enzo Ferrari è diventato uno dei luoghi più visitati dai turisti, ma anche la tappa obbligatoria dei tifosi dopo ogni vittoria della Ferrari.
Monumento al Cavallino Rampante
 Il cavallino rampante è il simbolo della Ferrari conosciuto in tutto il mondo.
 Ora è anche un'opera d'arte, donata al Comune di Maranello dallo scultore di origine albanese Helidon Xhixha. La statua raffigura un grande cavallino, realizzato in acciaio inox, alto 5 metri per 800 kg. di peso.
 L'imponente scultura è stata collocata il 14 ottobre 2003, all'indomani della vittoria della Ferrari del mondiale di F1 2003, nel centro della rotonda di Via Circonvallazione Est.
 Una posizione "strategica" e particolarmente suggestiva: a poche decine di metri si trovano infatti i nuovi stabilimenti della Ferrari e la Galleria del Vento disegnata dall'architetto Renzo Piano.
Mosaico Piazza Libertà
E' un mosaico a sviluppo verticale, composto da circa 16.000 pezzi, adatto per un uso nelle zone di transito frequente. L'altezza è di 31 mm. in tutte le parti visibili, più una base di sostegno di 30 mm. I materiali che lo compongono sono:
Verde Guatemala (India): foglie
Giallo Reale (Italia): pere
Pietra Dura Agata (Brasile): uva
Rosso Verona (Italia): albero
Dark Emperador (Spagna): vite
Quarzo fuso (laboratorio): arcate finestre
Granito Blu Pearl (Danimarca): ombre delle finestre
Nero Marquinia (Spagna): filetti scuri
Granito Multicolor (Brasile): scontorno degli stemmi
Bianco Carrara (Italia): base
Granito "Azul" Macauba (Brasile): fondo dello scudetto in granito
Parco di Villa Rangoni Machiavelli
 Il parco di Villa Rangoni Machiavelli, inaugurato e aperto al pubblico il 2 giugno 2006, si estende su 10 ettari (l’area fruibile è di 8) e ospita trentaquattro importanti sculture contemporanee, una sorta di “mostra temporanea” all’aperto che e' possibile ammirare grazie ad una convenzione con la famiglia Severi, proprietaria delle sculture.
  Secondo quanto sottoscritto tra amministrazione comunale e proprieta', il parco sara' aperto al pubblico fino al 2008, nel periodo marzo-ottobre. Nel 2006 il parco rimane aperto fino all’inizio di ottobre, grazie ad un accordo stipulato tra il Comune di Maranello e l’attuale proprietà (la famiglia Degli Antoni, proprietaria anche di Villa Rangoni, non visitabile).
 Il Parco Rangoni Machiavelli e' un luogo particolare e ricco di suggestioni: uno spazio d’integrazione tra natura e cultura, tra arte contemporanea ed ambiente, al punto che molte delle opere sono state pensate appositamente per essere collocate in precisi punti del parco.
 Tra le sculture esposte, importanti lavori di Pietro Cascella (“La fontana degli sposi”), Gio’ Pomodoro (“La porta e il Sole”), Yoshin Ogata (“Le vie dell’acqua”), e di altri artisti contemporanei (Cassani, Celiberti, Ghermandi, Guasti, Guidi, Lutz, Murer, Perez, Rotar, Scarabelli, Viani, Tirelli, Baraldi, Biolchini, Di Fabio, Tinè, Andolfatto, Doyle, Legnagli, Magelli, Sosno). Nel parco è disponibile anche un bar, funzionante durante gli orari di apertura al pubblico.